La storia

La storia

La storia della Canetoli 1850 srl è la storia di una famiglia le cui radici affondano nella Bologna del ‘300 quando in città impazzava la lotta tra Guelfi e Ghibellini e i casati più influenti si contendevano l’egemonia sul territorio allacciando e disfacendo nuove e vecchie alleanze. I secoli passano e seguendo le orme di una lunga genealogia si arriva al 1850, quando Giuseppe Domenico Canetoliinaugura il primo negozio in via Dal Luzzo dove i bolognesi potevano acquistare mobili di fattura artigianale anche su ordinazione prediligendo ovviamente la qualità, da sempre prerogativa della ditta Canetoli. Il successo ottenuto consente in breve tempo un ampliamento dell’attività: nel 1856 Giuseppe Canetoli si trasferisce in Via Sampieriall’interno di Palazzo Pepoli. Lo stile dei prodotti è quello ‘bolognese’, la qualità firmata Canetoli è sempre più riconoscibile. Grande merito della ditta Canetoli è quello di aver fatto conoscere ai bolognesi i mobili Thonet, primo produttore industriale di arredi.

Nel 1944 con la morte di Giuseppe Canetoli, si compie un salto generazionale decisivo: le redini passano al figlio Alessandro che vuole indirizzare l’attività verso una produzione moderna, innovativa, orientata ai mercati stranieri e in particolare agli arredamenti prodotti in Danimarca e nei paesi nordici. A conquistarlo sono le linee essenziali, funzionali di questi arredi, spesso formati da elementi componibili e disegnati da validi architetti come Finn Juhl, Hans Wegner, Werner Panton, Bruno Mathson e Arne Jacobsen. Tra i tanti marchi che  Alessandro Canetoli comincia a importare in Italia spiccano quelli di France & Son e la Fritz Hansen.

La “ Canetoli 1850’’, entra così a fare parte delle nove ditte italiane che, costituitesi nell’associazione M.F.C. (Modern Forniture Company), rappresentano un forte gruppo di acquisto che importerà in esclusiva i mobili dalla Danimarca.Non solo mobili, ma anche oggettistica e complementi come lampade, soprammobili e tappezzerie che consolidano l’immagine moderna dell’a zienda, conquistando target di clientela sempre più prestigiosi. Le importazioni dai paesi scandinavi interessano anche la Finlandia: il celebre architetto Alvar Aalto è uno dei migliori progettisti di questi arredi e la sua fama è tale che il Cardinale Lercaro gli commissiona la chiesa di Riola di Vergato. Sono anni di fermento per il settore in Italia, che vede finalmente nascere le prime grandi industrie produttrici di arredi sempre più essenziali e minimalisti.

Nel 1972 si compie l’ultimo cambio del testimone: Filippo Canetoli – rappresentante della quinta generazione della famiglia – entra in azienda portando nuova linfa vitale: progettista di interni e grande appassionato di viaggi all’e stero, nel 1996 inaugura un nuovo punto vendita a San Lazzaro di Savena dove primeggiano particolari arredi provenienti da ogni parte del Mondo e prodottivintage. Filippo Canetoli consacra il successo dell’attività di famiglia anche in Europa, dove la Canetoli 1850 è sinonimo di qualità ed eleganza. Nello storico show room di Bologna è infatti possibile visitare la più ampia collezione di marchi provenienti da tutta Europa. L’azienda partecipa a mostre internazionali di prestigio che permettono di tessere e consolidare rapporti commerciali con partner all’avanguardia nel settore, come le francesi ‘ Ligne Roset’ e ’Mobalpa’. Oltre alla distribuzione dei prodotti Ellips, la Canetoli 1850 è concessionaria per l’Italia diMartela Group, marchio di successo mondiale in cui spiccano le creazioni del designer Eero Aarnio.

 

Oltre centosessanta anni di passione, dedizione e stile vissuti dalla famiglia Canetoli con la serenità di chi sa di aver conquistato e accresciuto la fiducia dei clienti attraverso la qualità, sempre riconoscibile, del proprio lavoro. Per consolidare il contatto con la vecchia e nuova clientela, la Canetoli 1850 ha deciso di dar vita, negli ampi e storici spazi di via Sampieri 1, all’evento ‘Design con Gusto’: un ciclo di incontri e degustazioni all’insegna design con piccoli assaggi enogastronomici e aziende vinicole di qualità che rappresenteranno l’eccellenza del panorama regionale italiano.