cutter stool fritz hansen sgabello teak oak nero esterno interno canetoli 1850 arredamento danese

Cutter Stool di Niels Hvass

Posted on mercoledì, 16 Novembre 2011 by Chiara Canetoli

La serie Cutter, creata dal rinomato designer contemporaneo danese Niels Hvass, si distingue per la sua essenzialità, funzionalità e adattabilità ai corridoi e agli spazi domestici.

Questa collezione di mobili ha avuto origine con la creazione della panca in legno nel 1999 da parte di Hvass per la mostra Planken Ud presso il Museo Danese del Design.

L’aspetto ritmato della panca Cutter è il risultato della struttura in legno e delle assicelle con giunti a vista, che conferiscono un carattere unico e accattivante.

Hvass ha tratto ispirazione per la forma continua della base dall’utilizzo dei tubi metallici tipico del movimento Bauhaus, fondendo così tradizione e modernità in un design senza tempo.

Oggi, la collezione Cutter si è evoluta e arricchita con numerosi nuovi elementi, tra cui lo sgabello, lo specchio e altri complementi d’arredo che mantengono lo stesso stile elegante e senza tempo. Ogni pezzo della serie Cutter combina sapientemente bellezza e praticità, offrendo soluzioni funzionali per le esigenze quotidiane.

In particolare, lo sgabello della serie Cutter è un piccolo gioiello di design, con la sua forma distintiva e accattivante. Questo versatile pezzo di arredamento può essere utilizzato come seduta ordinata e elegante o come pratico tavolino laterale, aggiungendo un tocco di raffinatezza e funzionalità a qualsiasi ambiente domestico o professionale.

È importante notare che, tra le varie opzioni disponibili, solo lo sgabello in teak è adatto per l’uso esterno, garantendo durevolezza e resistenza anche agli agenti atmosferici.

In sintesi, la serie Cutter rappresenta un’ode alla semplicità e all’eleganza del design nordico, offrendo una gamma di pezzi distintivi che si integrano perfettamente in qualsiasi ambiente.

Gli sgabelli Cutter sono disponibili in 3 versioni: rovere, teak e rovere nero.

Be the first to leave a comment